Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
image_pdfimage_print
“Uniti, umili e umani”: con queste parole chiave parte la mia corsa a segretario del Pd Lazio che si concluderà il 25 novembre con le primarie aperte. Siamo all’opposizione in tutti i capoluoghi di provincia del Lazio, a cominciare da Roma, così come lo siamo in Parlamento. Quindi abbiamo due sfide: tornare a camminare nel percorso di un nuovo Pd unito, e possiamo farlo solo usando umiltà e una dose di umanità con i nostri valori. Non basta fare opposizione, ma è indispensabile proporre, parlare con le persone e non dire solo quel che Raggi, Salvini e Di Maio stanno distruggendo.Dobbiamo portare le nostre idee
Mi rivolgo a tutti,indistintamente: il Pd deve aprire porte e finestre, tutti devono fare un passo avanti e non di lato perché questo è il momento dell’impegno,è il momento di esserci ma non per vincere, ma per governare. Si può vincere, basta vedere i 5 Stelle in Campidoglio, ma poi non governare o peggio fare disastri. Anche per questo, nel momento forse peggiore del Pd, ho deciso di mettermi in gioco, di assumermi una nuova responsabilità e spero insieme a tanti amiche e amici, di ridare forza al Partito democratico, di far uscire di casa i delusi per venire ai nostri incontri e quindi nei gazebo per portare nuove energie e costruire un nuovo percorso per essere protagonisti.
Partiamo da un’operazione di riscatto della Capitale, senza dimenticare che il Pd si deve rimettere in cammino anche a Rieti, Frosinone, Viterbo e Latina. Un partito aperto, coraggioso e radicato nel territorio. Pensiamo a quello che è successo il 4 marzo scorso, quando 350 mila cittadini del Lazio hanno votato centrodestra e M5S alle elezioni politiche, scegliendo invece e facendo vincere Nicola Zingaretti e il Centro Sinistra alla Regione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.